Siemens è stata classificata come l’azienda più sostenibile all’interno del prestigioso indice internazionale Dow Jones sulla sostenibilità (DJSI) pubblicato da un’associazione di investitori. La posizione raggiunta dimostra l’incontestata leadership della Società sul tema sostenibilità in sette settori industriali.
Questo riconoscimento, ricevuto da Siemens anche lo scorso anno, è il più alto che un’azienda possa raggiungere nel DJSI.
Inoltre, Siemens è stata ancora una volta classificata come l’azienda più sostenibile del proprio settore, che fa parte del segmento Capital Goods. Di questo settore industriale fanno parte anche General Electric, Philips e 3M. Siemens ha ulteriormente migliorato la propria posizione rispetto allo scorso anno, ricevendo il suo punteggio migliore.
“Essere ancora una volta il numero uno è una dimostrazione del successo ottenuto negli ultimi anni nell’orientare la società sistematicamente e con rigore verso la sostenibilità”, ha dichiarato Barbara Kux, Chief Sustainability Officer e membro del Managing Board di Siemens. La strategia, la struttura, i programmi e i processi adottati hanno dato prova del loro valore. “Ora stiamo raccogliendo i frutti del nostro lavoro, in tutti i campi. Nella gestione della supply chain, ad esempio, non solo abbiamo raggiunto risparmi per oltre un miliardo nel corso degli anni scorsi, ma abbiamo anche introdotto una qualificazione dei fornitori basata sul rischio. E più di oltre 1.000 fornitori hanno preso parte ai nostri audit sull’efficienza energetica”, ha aggiunto Kux.

Le tecnologie rispettose dell’ambiente sono per Siemens un settore di business importante e in continua crescita. Dal 2008, la Società ha incrementato il fatturato generato dai prodotti e dalle soluzioni “verdi” da 19 miliardi a 33 miliardi di euro, una cifra che oggi equivale al 42% del fatturato totale. Nell’esercizio fiscale 2012, l’offerta ecofriendly di Siemens ha permesso ai clienti di tagliare le proprie emissioni di CO2 di circa 332 milioni di tonnellate.
Siemens ha inoltre ricevuto una valutazione molto positiva nel Carbon Disclosure Project (CDP) grazie agli sforzi sostenuti nell’ambito della riduzione della CO2 e nella battaglia contro il cambiamento climatico. La CDP è supportata da più di 722 investitori istituzionali che, assieme, amministrano asset per un totale di oltre 87 trilioni di dollari.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here