Transfluid ha sviluppato una cella di produzione altamente flessibile per complesse varianti di tubi, a dimostrazione che i tubi in piccole quantità possono essere realizzati totalmente in automatico. Da parte dei clienti, per quel che riguarda questo progetto, è stato richiesto un preciso sistema di automazione armonizzato per la lavorazione di tubi rivestiti senza cromo VI e di tubi con superfici molto delicate verniciate a polvere. I pezzi da lavorare possono essere relativamente corti (150 mm) o anche relativamente lunghi (fino a 3.000 mm) e il carico dovrebbe avvenire in modo automatico. Nel complesso una sfida estremamente esigente, che Transfluid ha risolto con un sistema di automazione, in cui i pezzi da lavorare possono venire caricati dopo il processo di separazione in un trasportatore scorrevole per l’isolamento automatico. Una macchina assiale di ricalcatura della Transfluid produce le nervature e/o le connessioni dei tubi flessibili. E in una seconda macchina di ricalcatura, possono essere apportate e fissate le flange necessarie per alcuni componenti. Successivamente i tubi vengono posizionati correttamente in una curvatrice, piegati e posati in modo controllato. L’intera movimentazione dopo l’isolamento verso le singole macchine avviene per mezzo di un robot. In caso di tubi che vengano usati in sistemi idraulici, nel processo di lavorazione della cella di curvatura, in un primo momento, la curvatura a destra o a sinistra è stabilita su una macchina completamente elettrica. Infine, il robot posiziona il tubo per un montaggio con anelli taglienti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here