FOTO 1 DSC_1602 BIS

Meccatronica non è soltanto il punto di convergenza di meccanica, elettronica e informatica, ma è anche sinonimo di innovazione e produzione tecnologicamente avanzata. Per questo la provincia autonoma di Trento, con il coordinamento di Trentino Sviluppo, ha dato vita al Progetto Meccatronica, coinvolgendo università, la Fondazione Bruno Kessler, i centri di formazione professionale, gli Istituti tecnici e il mondo delle imprese trentine. Uno dei frutti di questa iniziativa è rappresentato dal Polo della meccatronica di Rovereto, recentemente completato. Per incrementare e coordinare gli sforzi in questo settore strategico la Giunta provinciale ha tra l’altro deciso la costituzione di un apposito comitato di indirizzo. La meccatronica è stata qualificata quale area di specializzazione dall’Unione europea, e consente l’accesso ai Fondi Strutturali 2014-2020. Non si tratta soltanto di creare “luoghi fisici”, centri o incubatori nei quali sviluppare nuove opportunità di sviluppo imprenditoriale e dove si incontrano conoscenza, formazione, ricerca e imprenditorialità. Si tratta di abbracciare una nuova filosofia di sviluppo economico in cui si integrano sviluppo del capitale umano, risorse finanziarie e investimenti fisici, privati e pubblici. L’obiettivo è quello di sviluppare una piattaforma innovativa che garantisca ricerca e sviluppo, ma anche produzione, al servizio delle realtà locali più significative e, che al contempo, possa attrarre nuove imprese in Trentino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here